Nutrizione Olistica per prevenire per curare    
Nutrizione Olistica Prof. Marcello Mandatori
 
 
 
 
 
 
Nutrizione Olistica
 

La Nutrizione

[]

La Vitamina A

La vitamina A è presente in natura in due forme diverse: come vitamina  A o retinolo e  come vitamina A2 deidroretinolo. La vitamina A  presenta un elevato numero di doppi legami che gli conferisce una particolare sensibilità all'ossidazione che, se presente, sopprime l'attività vitaminica. La vitamina A si può formare nel nostro organismo partendo dalle cosiddette provitamine A o caroteni, cioè i pigmenti  di colore giallo e arancione presenti in alcune verdure e in alcuni tipi di frutta: per esempio nelle carote, nei pomodori, nei meloni, nelle albicocche, ecc.. Le trasformazioni delle provitamine in vitamine avviene nelle cellule dell'intestino e del fegato. La vitamina A viene introdotta con la dieta esterificata  con gli acidi grassi stearico e palmitico.
Questi esteri nell'intestino sono idrolizzati dalla lipasi pancreatica e la vitamina A libera viene assorbita. In mancanza dell'enzima pancreatico lipasi o in mancanza di bile che emulsionano gli esteri rendendoli suscettibili all'idrolisi, la vitamina A non può  venire assorbita. All'interno delle cellule intestinali la vitamina A è poi riesterificata, quindi viene trasportata al fegato e legata ad una proteina, per essere distribuita ai vari tessuti incorporati nelle lipoproteine .
Le funzioni principali
- è indispensabile per la riproduzione e la vitalità di tutte le cellule della pelle e delle mucose che  rivestono l'esterno e l'interno del  corpo, infatti si ritrova  nelle cellule epiteliali che sono presenti nella pelle, nelle  ghiandole, nelle mucose dell'apparato respiratorio, digestivo  e di quello genitale ed urinario,è indispensabile nella porpora visiva, agisce nella sintesi dei mucopolisaccaridi, agisce come antiradicale libero (assieme alla vitamina C e alla vitamina E)
La carenza può causare:
- disturbi dell'accrescimento osseo e lesioni dentarie (per ipoproduzione della  matrice ossea, per erosioni dello smalto che è una formazione epiteliale)
- alterazioni della vista : xeroftalmia o secchezza dell' occhio per degenerazione della cornea
- emeralopia cioè diminuzione della capacità visiva al crepuscolo
- varie lesioni e disfunzioni della pelle (secca, ruvida, squamosa)  e delle mucose
- a causa delle alterazioni provocate sugli epiteli può essere favorita l'insorgenza di infezioni locali
L'eccesso:  può provocare: nausea, cefalea, vomito, diarrea, vertigini, disturbi della visione, prurito, secchezza della pelle, alterazioni delle ossa lunghe, febbre, dolori.
Il fabbisogno giornaliero: il fabbisogno può essere espresso in Unità Internazionali ( U. I. ) o in equivalenti di retinolo. Ricordiamo che:
1 U.I. = 0,3 microgrammi di retinolo o 1 equivalente di retinolo = 6 microgrammi di   Betacarotene o 12 microgrammi di  altri caroteni   
= 3,33 U.I. di retinolo o 10 U.I. di betacarotene
Il fabbisogno nell'adulto è di 600-700 microgrammi al giorno, nei bambini è di 400-500 microgrammi al giorno.
Le fonti alimentari: fegato, burro, uovo (tuorlo), latte e formaggi, nei vegetali come provitamina A si trova in carote, broccoli, spinaci, finocchi, albicocche, pesche, meloni, olio di palma.

In rilievo

Ordina un libro online, è semplice e conviene!
Ordina un libro

Da oggi è possibile acquistare una dieta online.
Ordina una dieta

Richiedi una consulenza professionale
Consulenze nutrizionali

 

Ultimi articoli

09-08-2015 PRONTO SOCCORSO ESTIVO (omeopatico e fitoterapico)

25-06-2015 Il sistema immunitario

04-11-2012 Prevenzione dei fenomeni allergici

 

 
 |  Info & Copy  | powered by Romavirtuale.com    
 | Home | Email |