Nutrizione Olistica per prevenire per curare    
Nutrizione Olistica Prof. Marcello Mandatori
 
 
 
 
 
 
Nutrizione Olistica
 

Notizie

[]

Difendiamoci dagli inquinanti


Difendiamoci dagli inquinanti
E’ innegabile come negli ultimi 50 anni contemporaneamente alla scomparsa di devastanti epidemie infettive come poliomielite, vaiolo, tubercolosi ecc. si  stia verificando una continua crescita di patologie definite iper- reattive, dismetaboliche, allergiche, comportamentali, degenerative ecc.; se poi osserviamo l’andamento della crescita di queste patologie nelle nazioni a  “ maggiore sviluppo industriale ” ci rendiamo conto di come l’andamento sia talmente parallelo da non lasciare nessun dubbio nell’indicare l’inquinamento come  una delle cause principali di  molte di queste  “ moderne “ patologie. Nonostante gli appelli di molti scienziati tutto rimane immutato, e l’uomo è  purtroppo diventato il bersaglio finale del suo stesso sviluppo   con la massiccia presenza di inquinanti nel mondo circostante. 
L’inquinamento atmosferico può essere causato da molteplici fattori,  ma un ruolo di primo piano e' sicuramente l'uso dei combustibili ( Carbon fossile , Idrocarburi del petrolio ).                                                                                   In particolare, ogni combustione genera monossido di carbonio, il composto più tossico, ed altre sostanze altamente inquinanti come gli idrocarburi policiclici, gli ossidi di azoto, l’anidride solforosa e per finire le terribili polveri :  carbonati  –  solfuri  –  silicati  ecc..
   Tutti questi ed altri inquinanti come aldeidi, anidride carbonica, ammoniaca, si riversano nell’aria e a seconda del clima e delle condizioni meteorologiche ( scarsi venti e umidità peggiorano la situazione ) possono stazionare in particolari zone e renderli veramente dannosi per le nostre vie respiratorie, compromettendo la salute delle mucose e predisponendo l’insorgere di vari processi patologici.
   Anche l’inquinamento idrico è notevole, si pensi allo  sfruttamento delle acque da parte delle industrie e gli insediamenti abitativi in prossimità delle falde acquifere, l’utilizzo da parte dell’agricoltura di concimi, diserbanti, antiparassitari e fertilizzanti sempre più attivi e difficili da smaltire, infatti di solito non sono biodegradabili e quindi vengono facilmente assorbiti e trasportati attraverso le profondità dei terreni, causando  così l’inquinamento di sorgenti  di  acque  potabili   anche a distanza.
Il mondo dell’agricoltura  :  pesticidi mescolati al terreno e spruzzati sulle colture, anticrittogamici, antiparassitari, concimi chimici usati in modo smodato ;      
 La catena alimentare :  sostanze ormonali e antibiotici somministrati negli allevamenti intensivi agli animali da macello. Ricordo anche gli agenti antimuffa  e gli sbiancanti nelle farine, i composti di emulsificazione , i coloranti, i conservanti, gli additivi, gli addensanti, cioè tutto quel miscuglio di sostanze chimiche potenzialmente tossiche che vengono “ tranquillamente ” aggiunte al nostro cibo per migliorarne l’aspetto, il sapore, la durata, il profitto economico…  
Pensiamo anche a tutte le sostanze che le industrie riversano nelle acque e nell’aria, e a quelle che anche noi, quotidianamente, con il nostro tenore di vita produciamo, utilizziamo ed eliminiamo.  Questo formidabile elenco di veleni può essere una delle principali cause dell’alterazione del nostro principale sistema di difesa il sistema immunitario  e di molti altri apparati, alterazioni che comportano l’instaurarsi di problematiche anche in forma cronica. Infatti il nostro  organismo  grazie al sistema immunitario,  può essere molto efficace contro i batteri e i virus in genere, li rende inoffensivi, a volte li distrugge e ne conserva anche la memoria in modo da neutralizzarli al successivo incontro, ma non e’ più in grado di rispondere efficacemente alle aggressioni delle sostanze chimiche e farmacologiche presenti negli alimenti e nell’ambiente.
 
Con qualche semplice consiglio possiamo  provare a  ridurre i rischi di accumulo delle varie sostanze tossiche.
 
 

                      Consigli per l’Inquinamento Atmosferico 
* Scegliamo  se possibile dei piani abitativi alti, soprattutto nelle città le polveri delle combustioni  dei motori sono  sicuramente in concentrazione minore.   
*Cambiamo l’aria nei locali  abitativi nelle prime ore del mattino o di notte,  quando il traffico cittadino è scarso.                                                                             
*Evitiamo di svolgere dell’attività fisica in zone con  traffico automobilistico, o inquinamento ambientale
 *Proteggiamoci con le apposite mascherine se siamo costretti a lavorare o a sostare nelle ore di punta nelle strade urbane.                                                 
*Ricordiamoci di lavarci le mani  e toglierci le scarpe al rientro in casa. 
*Ricordiamoci di chiudere i finestrini e le prese d’aria dell’auto, attiviamo un eventuale ricircolo, prima di entrare in gallerie o tunnel.
 
                                Consigli per l’inquinamento Idrico                                                                       
*Bere acque imbottigliate, meglio se di vetro e comunque leggere  bene prima di bere le varie etichette, evitando soprattutto quelle con presenza di nitrati, che possono trasformarsi in nitriti cioè sostanze molte pericolose  per la nostra salute, in special modo  per i lattanti ma anche nei bambini in genere, vedere la tavola con il contenuto in vitamina C di molti alimenti , questo perché la vitamina C è un antidoto naturale dei nitrati in quanto evita la loro trasformazione in nitriti.                                                                                                                                                                                        
*Installare se possibile dei buoni filtri per depurare l’acqua da eventuali metalli tossici e disinfettanti tipo il cloro, e poi atteniamoci alle scadenze per la pulizia o la sostituzione dei vari filtri o componenti.
*Evitare di fare il bagno in mare in prossimità di corsi d’acqua, siano essi fiumi, ruscelli o  semplici canali di irrigazione.
*Nelle piscine accertarsi  sempre dell’osservanza delle normali regole di igiene.
                                       Consigli per l’inquinamento Domestico
*Evitare di fumare in casa, e se proprio vogliamo farlo,  prima apriamo le finestre.
*Sostanze chimiche come alcool ammoniaca  acetone  acido muriatico soda caustica trielina varechina possono risultare tossiche  anche solo respirandole  e naturalmente anche per contatto.
*Se si usano per la pulizia dei pavimenti detergenti troppo aggressivi o a base di alcool ricordarsi poi di aerare i locali.
*Le superfici trattate con prodotti per l’igiene  della casa in cucina e in bagno vanno risciacquate e scaricate le acque.
*I prodotti anticalcare possono essere tossici a parità degli altri prodotti per la pulizia delle superfici, quindi risciacquare  sempre le superfici dopo l’utilizzo, e ricordiamoci che un anticalcare molto valido può essere il semplice aceto di vino. 
*Evitare di lasciare residui di detersivi per stoviglie , se non ci sono macchie di grassi e oli, l’acqua corrente  calda può essere sufficiente, l’aceto di vino bianco ed anche il limone hanno anche proprietà sgrassanti.
*Se si ritirano dei  vestiti o altri tessuti dalle lavanderie, ricordarsi di lasciarli fuori degli armadi  per almeno 48 ore per far evaporare eventuali sostanze chimiche utilizzate nella pulizia dei capi stessi, e ricordiamoci che l’aceto di vino bianco può essere utilizzato anche come smacchiatore per capi di abbigliamento.  
*Antiparassitari e concimi per le piante dentro la  casa vanno usati con moderazione ed aerando i locali.
*Il vapore è la forma più semplice ed anche  la più  igienica per  pulire le varie superfici , ricordarsi che solo oltre i 60 gradi muoiono gli Acari della polvere  responsabili  di  molte  forme  allergiche.                                                                                               
*Pitture, vernici, colle, stucchi e sostanze antiruggine andrebbero tutte usate solo da personale qualificato, se vogliamo usarle da soli premunirsi di guanti e mascherine, lasciando le finestre aperte.
*Verificare la presenza dei filtri nei condizionatori di aria, e ricordarsi di pulirli almeno ogni  sei mesi e sostituirli ogni tre anni massimo.
*Attenzione alla Formaldeide vera sostanza causa di molti processi di tossicità, che può essere presente in molti mobili nuovi, colle, vernici; in alcuni paesi tipo la Germania è stata messa al bando ed i mobili sicuri hanno la sigla “ E1 “ cioè privi di Formaldeide.
 
                              Consigli per l’inquinamento Elettromagnetico

*Evitare nella camera da letto la presenza di apparecchi elettrici, come radiosveglie, segreterie telefoniche, televisori, coperte elettriche ecc. . 
*Dotare il proprio computer di schermi antiradiazioni e quando e’ in funzione evitare di posizionarsi dietro o di lato.
*Evitare di posizionare antenne di qualsiasi tipo sui terrazzi di casa .
*Utilizzare i cellulari sempre con le finestre aperte, soprattutto se si è in macchina .
*Se si usa frequentemente il cellulare cambiare orecchio – lato tra una telefonata e l’altra .
*Se si usa molto il computer abituarsi che ogni 60 minuti circa è bene alzarsi e muoversi per 5 – 6 minuti .
*Attenzione allo sportello di chiusura del forno a microonde, dovrebbe essere verificata di sovente la chiusura ermetica .
*Quando accendiamo un elettrodomestico evitiamo di porci davanti ad esso, la distanza dovrebbe essere  almeno superiore al metro e se è possibile apriamo una finestra .
 
                                  Consigli per l’inquinamento Alimentare

*Se possibile preferire in genere alimenti di produzioni biologiche .
*Lasciare le verdure e la frutta separatamente a bagno per 30 minuti con un cucchiaio di bicarbonato di sodio che toglie dalle superfici gli eventuali residui di sostanze chimiche, e poi sciacquare abbondantemente .
*Tutti gli alimenti inscatolati, precotti e conservati in genere possono contenere sostanze chimiche dannose,  assumiamoli saltuariamente . 
*Se  consumiamo un cibo in scatola, è meglio aprirlo un’ora prima versando il contenuto in un altro recipiente, poiché alcuni conservanti sono volatili .                                                                                        
*Preferire alimenti quali frutta e verdure di stagione
*Preferire gli alimenti conservati in vetro, sempre con l’avvertenza precedente di aprirli un’ora prima .  
*Attenzione ai cereali integrali, se non sono di coltivazione biologica potrebbero contenere  nel rivestimento esterno spiacevoli residui di sostanze chimiche come pesticidi e diserbanti .
*Evitare l’abuso di insaccati in genere, polifosfati e nitrati possono risultare tossici se assunti in grande quantità .
*Evitare di mangiare cibi bruciacchiati, che rilasciano di sovente sostanze cancerogene  chiamate amine.
*Il nostro organismo può far fronte a molte sostanze tossiche se non sono assorbite in modo massiccio o cronico, e in tutti i casi forniamogli le sostanze giuste per respingere gli “ attacchi ”, cioè vitamine e sali minerali che ritroviamo in abbondanza nel mondo vegetale quindi consumare sempre  FRUTTA , VERDURE  e  LEGUMI , ricordiamoci che la vitamina C è un ottimo “chelante,  cioè disintossicante, per molti metalli tossici.
*Variare l’alimentazione è fondamentale per ottenere tutte le varie specie di vitamine e sali minerali, ma anche per evitare di assumere un qualcosa che ci può intossicare in modo subdolo .                                     *Attenzione ai fondi delle stoviglie non aderenti se rovinati possono rilasciare sostanze dannose, spesso alluminio .
*Le varie pellicole  ( plastiche  o di alluminio ) per conservare i cibi possono rilasciare sostanze nocive .












In rilievo

Ordina un libro online, è semplice e conviene!
Ordina un libro

Da oggi è possibile acquistare una dieta online.
Ordina una dieta

Richiedi una consulenza professionale
Consulenze nutrizionali

 

Ultimi articoli

09-08-2015 PRONTO SOCCORSO ESTIVO (omeopatico e fitoterapico)

25-06-2015 Il sistema immunitario

04-11-2012 Prevenzione dei fenomeni allergici

 

 
 |  Info & Copy  | powered by Romavirtuale.com    
 | Home | Email |