Nutrizione Olistica per prevenire per curare    
Nutrizione Olistica Prof. Marcello Mandatori
 
 
 
 
 
 
Nutrizione Olistica
 

La Nutrizione

[02-11-2012]

Invecchiamento: Radicali liberi e Nutrizione


Ricercare la longevità attraverso gli alimenti è da sempre una delle  maggiori aspirazioni di molti ricercatori, ed uno dei meccanismi  biochimici più studiati negli ultimi anni è senz'altro quello riguardante i radicali liberi.
La formazione e l'interazione che queste " sostanze " rivestono all'interno del nostro organismo, infatti, sono alla base di molteplici effetti patologici ( processi flogistici, patologie polmonari, epatiche, ematiche, ed anche "patologie da invecchiamento" ) infatti attraverso l'azione dell'anione superossido del radicale idroperossido e dell'idrossiradicale (tutte molecole chimiche, denominate radicali liberi cioè che presentano uno o più elettroni disaccoppiati nell'orbitale esterno) possiamo avere un danno a carico delle membrane cellulari e delle lipoproteine, attraverso un processo chimico chiamato perossidazione lipidica.
Il nostro organismo produce abitualmente radicali liberi, infatti  essi risultano fondamentali per alcune normali reazioni chimiche nel nostro organismo, ma una iper produzione o una mancata neutralizzazione di queste molecole può comportare  delle alterazioni a livello cellulare e quindi dei tessuti dell'organismo stesso.
Nel processo dell'invecchiamento cellulare si è dimostrato che la concentrazione dei radicali liberi all'interno delle cellule aumenta notevolmente  e la concentrazione degli enzimi superossidosismutasi, glutationeperossidasi e catalasi,      (  che sono gli enzimi neutralizzanti i radicali liberi ) diminuisce. A questo punto appare chiaro come nei processi dell'invecchiamento sia di fondamentale importanza, da una parte "contrastare " la produzione dei radicali liberi e dall'altra mantenere elevate concentrazioni degli enzimi neutralizzanti.
Come detto ogni processo biochimico del nostro organismo presuppone la formazione di prodotti di scarto (  tra i quali  ci sono anche i radicali liberi ) che possono a loro volta interagire con i tessuti sani danneggiandoli e accelerando quindi  le fasi stesse dell'usura delle cellule, ma soprattutto ogni fenomeno tossico - infiammatorio - allergico ed  anche lo stress in genere sono tra le cause principali della iperproduzione dei radicali liberi.
Sappiamo che una certa  " quota " di stress è utile al nostro organismo perché lo " allena " alla vita stessa, ma quando gli agenti stressanti sono ripetuti nel tempo o sono molteplici o sono di forte intensità, possono causare un indebolimento dei      " principali sistemi di difesa dell'organismo " con tutta una serie di alterazioni a livello  del sistema immunitario - endocrino - nervoso.
Gli studi dello scienziato Australiano Hans Selye sin dagli anni 30 hanno dimostrato in modo chiaro che l'organismo umano reagisce allo stesso identico modo qualsiasi "evento stressante" si trovi a fronteggiare, cioè attivando inizialmente        ( 1°fase  - Allarme ) tutta una serie di organi - apparati - sistemi per ritornare nel più breve tempo possibile all'equilibrio ( omeostasi ); se gli agenti stressanti continuano la loro azione, l'organismo tenterà di adattarsi ad essi ( 2° fase  - Adattamento ), questa fase è direttamente proporzionale all'intensità dello stress ed alle condizioni dei sistemi di difesa dell'organismo stesso; se gli stress sono multipli o di particolare intensità l'organismo tenderà prima o poi ad esaurirsi e quindi a sviluppare svariati sintomi e patologie ( 3° fase - Esaurimento ).
Da un'ottica nutrizionale, anche grazie ai vari lavori scientifici da parte soprattutto della moderna Biochimica Alimentare Statunitense, oggi sappiamo che per favorire la longevità è necessario introdurre con l'alimentazione quotidiana adeguate quantità di alcune vitamine e di un sale minerale che favoriscono proprio la neutralizzazione dei radicali liberi.
Di primaria importanza sono sicuramente le vitamine A - E - C e il minerale Selenio, una corretta alimentazione per ritardare i fenomeni dell'invecchiamento dovrebbe prevedere un'adeguata quantità delle suddette sostanze per un apporto complessivo giornaliero di 5.000 unità internazionali per la Vitamina A - 15 unità internazionali per la  Vitamina E - 500 milligrammi per la Vitamina C e per il Selenio il fabbisogno quotidiano è di 1 micro-grammo per chilogrammo di peso, queste quantità andrebbero aumentate  anche del 50 per cento nei casi d'infiammazione acuta o di  particolari stress.

CIBI ricchi di VITAMINA A  -  BETACAROTENE ( PROVITAMINA )   
Albicocche - Melone - Tarassaco - Carote - Spinaci  - Olio di germe di grano - Fegato ( mammiferi e merluzzo )  - Latte - Latticini - Burro - Uova
CIBI ricchi di VITAMINA C    
Frutta  e Verdure fresche in genere
CIBI ricchi di VITAMINA E   
Oli spremuti a freddo di: germe di grano - girasole - mais - olivo - Albicocche  Banane - Carote - Cavoli - Cereali integrali - Uova
CIBI ricchi di SELENIO   
Aringhe - Frutti di mare - Carni rosse  - Banane - Broccoli - Cavoli - Cereali integrali - Cipolle - Lievito di birra
ALTRE SOSTANZE
Ultimi studi scientifici stanno evidenziando un'ottima azione anti radicali liberi anche in  alcune importanti sostanze presenti in buone quantità in alimenti come:
ANTOCIANOSIDI - ottima azione anti radicali, si trova principalmente nei frutti di bosco
FLAVONOIDI - grande azione antinvecchiamento, si trova soprattutto negli agrumi e tea verde
LICOPENE - possiede azione superiore al betacarotene, si trova principalmente nei pomodori, e la cottura aumenta la sua azione positiva
LUTEINA - ha una azione antiossidante molto valida, al pari del betacarotene, si trova principalmente negli spinaci
QUERCETINA - funzione protettiva molto valida, si trova soprattutto nell'uva  
RESVERATROLO - fa parte dei polifenoli sostanze molto attive contro i radicali liberi, si trova soprattutto nella buccia dell'uva e vino rosso



In rilievo

Ordina un libro online, è semplice e conviene!
Ordina un libro

Da oggi è possibile acquistare una dieta online.
Ordina una dieta

Richiedi una consulenza professionale
Consulenze nutrizionali

 

Ultimi articoli

09-08-2015 PRONTO SOCCORSO ESTIVO (omeopatico e fitoterapico)

25-06-2015 Il sistema immunitario

04-11-2012 Prevenzione dei fenomeni allergici

 

 
 |  Info & Copy  | powered by Romavirtuale.com    
 | Home | Email |